Attivati e collabora per abitare San Berillo: pubblicato l’avviso per la ricerca dei beneficiari

Attivati e collabora per abitare San Berillo: pubblicato l’avviso per la ricerca dei beneficiari
16 Febbraio 2021 Andrea D'Urso

Chi vuole abitare San Berillo?

E’ stato  pubblicato l’avviso per la selezione dei nove beneficiari all’interno dell’azione centrale del progetto “SottoSopra: Abitare Collaborativo”, quella relativa alla ricerca di soluzioni abitative temporanee che vadano al di là di un tetto ma che rientrino in un percorso di accompagnamento e attivazione più articolato per soggetti che soffrono di precarietà abitativa ed economica.

Il progetto SottoSopra è sostenuto da Fondazione con il Sud e fino ad oggi il progetto si è confrontato con la sfida relativa alla ristrutturazione fisica di un immobile (Palazzo De Gaetani) che dovrà ospitare gli alloggi ed i servizi accessori. Non è stato un lavoro semplice, date le condizioni di partenza della struttura, ma le problematiche emerse attengono a un campo di natura tecnica che può contare su un bagaglio consolidato di soluzioni applicabili in funzione delle risorse disponibili.

Con l’avvio di un cohousing temporaneo entriamo invece nel cuore del progetto e in particolare della parte più innovativa che intende agire su due livelli. Sul piano delle politiche abitative si intende sperimentare un percorso scandito da una precisa temporalità (il progetto offre una soluzione abitativa temporanea di 12 mesi, prorogabili per un massimo di altri 6 mesi) e supportato da azioni di accompagnamento al lavoro e di mediazione abitativa per favorire il passaggio a soluzioni stabili e autonome.

L’avviso “Attivati e Collabora per abitare San Berillo”

Il progetto si rivolge a uomini di età compresa tra 18 e 40 anni che, trovandosi in situazioni di precarietà economica e di fragilità abitativa, hanno necessità di trovare una collocazione abitativa e di essere supportati nel percorso di ricerca di stabilità sociale ed economica. L’avviso è aperto a cittadini Italiani e stranieri con regolare permesso di soggiorno e con un reddito netto complessivo non superiore a 8.000 euro annui. Inoltre i candidati non devono essere proprietari di altri alloggi sul territorio della regione Sicilia.

I candidati possono essere studenti, lavoratori precari, disoccupati che intendono partecipare attivamente al progetto e in condizioni fisiche e mentali che permettono un percorso di autonomia abitativa ed economica attraverso l’adesione alle attività progettuali.

I potenziali candidati possono usufruire di un supporto per la compilazione della domanda attraverso lo sportello informativo e di orientamento che riceve il mercoledì e il venerdì dalle ore 15.30 alle 18.30 in Via Pistone n. 59 Catania, oppure presso il Community center di Catania in via G. De Felice n. 42 previo appuntamento contattando il numero telefonico +393492952370.

La scadenza del bando è fissata al 15 marzo 2021 salvo eventuali proroghe.

 Da Beneficiari ad Abitanti

Su un piano diverso, che riguarda la scala urbana, la scelta di abitare un luogo ritenuto marginale ma centrale come San Berillo, cerca di invertire il processo storico di abbandono e degrado degli immobili. Le azioni di SottoSopra possono rappresentare un argine ai meccanismi di speculazione immobiliare, sperimentando formule innovative di politiche sull’abitare

Il progetto SottoSopra punta a intrecciare questi due livelli di azione strettamente legati all’abitare e intende pertanto promuovere attraverso la collaborazione tra operatori e abitanti la fruizione di spazi in comune con la Cooperativa Trame di Quartiere (corte interna e ulteriore sala living al primo piano, adiacente all’appartamento) ma anche l’utilizzo dei servizi presenti al piano terra e gestiti dalla Cooperativa stessa come la caffetteria e le sale espositiva e polifunzionale. Ai futuri abitanti verrà quindi richiesta la partecipazione attiva nella costruzione del proprio contesto abitativo sviluppata attraverso un’altra azione del progetto che prende il nome di Abitare Attivo e che ha al centro un percorso di co-progettazione degli spazi comuni dell’immobile e di quelli aperti anche all’esterno.

Il partenariato è composto da Oxfam Italia intercultura (capofila), “Trame di quartiere” Coop. Soc. di comunità e Associazione di Promozione Sociale, Sunia Catania, Diaconia Valdese, Impact Hub, Comune di Catania. Come Trame di quartiere, cooperativa sociale di comunità, ci occuperemo sia della gestione sociale delle attività di accoglienza e permanenza degli abitanti nel percorso abitativo temporaneo, sia degli aspetti logistici e amministrativi che riguardano i locali messi a disposizione al primo piano di Palazzo De Gaetani.