Drammaturgia di comunità

Drammaturgia di comunità è un percorso di laboratori che utilizzano la metodologia del Teatro Sociale per far leva sulle risorse creative, espressive e teatrali di tutti, pur non essendo attori.

I laboratori sono condotti da MariaGiovanna Italia, Luisa Sannella e Maria Chiara Salemi, operatrici di teatro sociale e teatro dell’oppresso.

L’obiettivo da raggiungere nei laboratori è est-etico, in quanto mette al centro un processo di costruzione di relazioni di comunità per mezzo della comunicazione creativa e intende la performance come testimonianza sociale. Con il coinvolgimento degli abitanti del quartiere San Berillo e attraverso il linguaggio del corpo, della voce, del movimento, della parola, si esplorano i temi legati al quartiere di San Berillo ( dall’identità di genere, alle relazioni tra le comunità, all’abitare) operando non per abolire le differenze omologando, ma al contrario per guardarle e enfatizzarle creando ponti reali e creativi fra le persone. 

Ogni laboratorio ha prodotto uno spettacolo presentato all’interno del quartiere di San Berillo: 

Il mondo è un grande rettangolo di raso rosso (2016)

Teatro dell’oppresso (2016)

Specula Speculorum (2017)

Abito dunque sono (2017) 

Pensieri e riflessioni dai laboratori

Promosso da
Partner del progetto
Partner Tecnici
Media partner